Dopo aver corso alcune mezze maratone, il desiderio di provare a correre una maratona era sempre più forte. Da sei anni era solamente un sogno nel cassetto, una delle cose da vedere da spettatrice con stima ed ammirazione. Ho scelto la maratona di Pisa dopo aver portato a termine il piano di allenamento di tre mesi che ho incastrato nelle pause pranzo di un'ora, prevalentemente passate sul tapis-roulant in palestra. Ogni fine settimana è stato dedicato alle uscite di 2 ore è più, per prepare il fisico ma soprattutto per darmi la fiducia necessaria ad affrontare con tranquillità i 42,195 km.
Ti sentirai maratoneta già alla partenza della Maratona. Se sei qui vuol dire che ce la farai.” continuava a ripetere Michele, fino a poco prima del via, tra i tanti partenti per la 21,097 e per la 42,195. Ma “maratoneta” è un titolo che si ottiene al traguardo. Al 21° km ero ancora nel gruppo che puntava alle 4h15'... una fortuna essere rimasta nel gruppo perché dopo i primi km si sono formati dei gruppetti ed era facile trovarsi da soli in questo percorso pieno di rettilinei e con pochissime curve. Al 25° km eravamo in riva al mare e le forze cominciavano a calare. Solo a questo punto ho messo da parte il desiderio di concludere sotto le 4h15' a favore della volontà di terminare questa maratona. Col mare alle spalle corriamo in direzione di Pisa, in una strada tanto lunga quanto priva di curve e, come per gran parte del percorso, con mezza corsia dedicata a noi. Ogni passo diventava sempre più pesante fino a circa due km dalla fine quando, rientrati in città, la cadenza dei nostri passi seguiva gli applausi degli spettatori. Questa strada la conosco, ci sono passata ieri nella passeggiata con Michele, ancora tre curve, due, una... la torre è davanti a me e poco dopo vedo l'arco di arrivo nella Piazza dei Miracoli col cronometro che si ferma a 4h12'. Ora sono maratoneta ed un altro sogno è uscito dal cassetto. 

Anna


Iscriviti alla newsletter

Utilizziamo cookie tecnici e di terze parti per misurare il traffico e migliorare le prestazioni del sito